Mondo Duster Italia è un sito creato e gestito da una semplice appassionata: comprando un qualsiasi articolo da Amazon dopo aver cliccato sul banner a lato, a voi non cambierà nulla nell'esperienza di acquisto, ma permetterete a me di ricevere una piccola commissione per coprire le spese di gestione e aiutarmi a portare avanti questo progetto, che so per certo sia apprezzato.
Vi ringrazio!
Ale MondoDuster




Le basi: il motore a scoppio

E’ il cuore dell’auto: tutti sappiamo che c’è, qualcuno sa anche a sommi capi come funziona. Innanzitutto dobbiamo dire che esistono vari tipologie di motore: chiaramente in questa sede parleremo solo di quelli a combustione interna di tipo volumetrico, ovvero quelli presenti sui nostri veicoli a quattro ruote.

A sua volta, questa categoria si divide in molte sottocategorie, tra le quali prenderemo in considerazione i motori ad accensione comandata (altrimenti detta “a scoppio”) e i motori ad accensione spontanea (tipicamente i diesel).

Schema-motore

Innanzitutto bisogna ricordare che il motore ha la funzione di convertitore di energia: in sostanza trasforma l’energia chimica contenuta nella benzina in energia cinetica, la quale permette poi il movimento del mezzo.

Il procedimento si compone di quattro fasi:

4StrokeEngine_Ortho_3D_Small

  • Nella prima fase, detta di aspirazione, il pistone scende facendo entrare la miscela di aria e benzina nella camera di combustione;
  • Nella seconda fase il pistone risale, comprimendo la miscela nella camera di scoppio;
  • Nella terza fase la candela fa esplodere la miscela compressa, facendo abbassare nuovamente il pistone;
  • Nella quarta e ultima fase il pistone risale, espellendo i gas di scarico per poi ricominciare il ciclo.

Il movimento lineare del pistone verrà trasformato in movimento rotatorio da una biella, e in seguito trasferito all’albero motore, che girando da la propulsione alle ruote.

In tutte le fasi della combustione, le parti vengono lubrificate in modo da fluidificare i movimenti eliminando l’attrito: l’olio viene spinto sulle parti stesse da una pompa, poi viene raccolto sul fondo della coppa per essere riutilizzato.

Una volta avviato il motore è indipendente, ma per farlo partire è necessaria l’azione esterna di un motorino elettrico, che riceve energia dalla batteria.







@DaciaItalia