Duster Experience al 4X4Fest di Marina di Carrara (MS) – 10 ottobre 2015

Il meteo era stato categorico: pioggia e vento forte su tutta la costa della Versilia. Meglio! Più fango, più sgommate, più divertimento per noi! Alle 5.30 sono già in piedi per preparare la colazione al mio compagno nonché navigatore della giornata Giuseppe – che ancora dorme come un sasso -, fare l’ultimo controllo ai bagagli e rivedere le scartoffie necessarie. Direi che ci siamo. Albeggia. Let’s go!

Arriviamo all’entrata 3 della fiera di Marina di Carrara, dove si svolge il 4X4Fest e subito vediamo una fila di Duster: ecco i nostri compagni d’avventura, affiancati da decine di favolosi fuoristrada. Le macchine sono magnifiche, personalizzate, ognuna con la propria storia stampata in un adesivo, un graffio, una bozzellatura.

12109275_10207367145649851_8836010236339862937_n

Mentre aspettiamo di partire per la cava di marmo di Carrara ci conosciamo meglio: Roberto e Damiano ci raccontano con quanta passione e impegno abbiano organizzato l’evento e gli altri si lanciano in racconti adrenalinici di off road estremi; tra di noi c’è chi ha grande esperienza, chi è alle prime armi, chi ama l’avventura e ha voglia di fare caciara con altri fanatici suoi pari. Poi ci sono io, con l’onore di essere – come sempre – l’unica donna pilota, con un paio di raduni alle spalle e un Dacia on The Road che spicca orgogliosamente come logo sulla mia giacca blu notte, a mo’ di bandiera.

555

Finalmente, dopo un paio d’ore di trepidante attesa, ci vengono assegnati i numeri da mettere sui nostri bolidi e partiamo per la cava: compatti e decisi, sfiliamo nel traffico come un’imponente convoglio. Purtroppo la regola della carovana non è molto ben chiara alla nostra Safety Car Mitsubishi che aveva un discreta fretta di arrivare a destinazione…

Ad aspettarci, uno spuntino di bruschette con lardo di Colonnata e poi via! verso la vera meta del viaggio: la Cava di Fantiscritti, una cava attiva per l’estrazione del pregiatissimo marmo carrarino bianco venato di grigio. L’entrata della cava è maestosa quanto claustrofobica: un lunghissimo tunnel stretto dentro la morsa di rocce scure grondanti rivoli d’acqua. Vedere la camera centrale è stato quasi un sollievo: qui abbiamo parcheggiato i Duster a formare un grande semicerchio addossato alla parete di marmo levigato.

12140648_10207371550239963_2528657681320518020_n

A questo punto la guida ha tenuto una piccola lezione su come viene estratto il materiale e ci ha parlato di strumenti di precisione come il cavo diamantato. Sapevo che l’estrazione del marmo non fosse cosa da poco ma non avrei pensato fosse un lavoro di così alta precisione.

Finita la spiegazione e dopo aver fatto qualche foto, ci rimettiamo alla guida e attraversiamo un secondo tunnel che ci porta fuori dalla cava, di nuovo alla luce di un timido sole che inizia a fare capolino da dietro le nubi grigie. E’ presto, circa le due: il raduno sarebbe anche terminato ma… lo spirito di avventura e la voglia di stare insieme scalpitano e così ci portiamo fino alla spiaggia per un giretto tra le dune sabbiose.

E qui si è scatenata la vera anima off road di noi dusteristi! Nonostante fossimo accerchiati da Wrangler mostruosi, Renegade e Mitsubishi (e pure un immortale pandino 4×4!), i Duster si sono comportati egregiamente, destreggiandosi con leggerezza tra l’infida sabbia. Più di una volta mi sono sentita come si sente una Smart nel traffico cittadino, piccolina e indifesa vicino a questi bestioni, ma non ci siamo persi d’animo e abbiamo volato sopra la sabbia alzando veri e propri muri dorati al nostro passaggio.

dorex

Purtroppo le Jeep, con le loro gomme gigantesche, scavavano solchi non indifferenti, degni del gran canyon californiano e più di una volta ci è capitato di venir recuperati dal trattore… 😀 ma fa parte del gioco, no? Dopo qualche giro abbiamo ammainato le vele e abbiamo lasciato il campo ad altri colleghi, non senza farci qualche foto ricordo.

Bhe che dire, ragazzi? Quando c’è la voglia di divertirsi, l’allegria e il Duster c’è tutto. Ora bisogna solo decidere la prossima data.

Un ringraziamento speciale al gruppo “Duster Experience Off Road”, agli organizzatori Roberto Luchi e Damiano Simonetti per la pazienza infinita, alla Federazione Italiana Fuoristrada e un abbraccio ai dusteristi Giulio S., Graziella C., Fabrizio L., Giuseppe C., Tanvika G., Chiara M., Filippo B., Filippo P., Giuseppe B. nella speranza di rivederci presto per una nuova avventura.

Thanks and Stay Tuned!

Giulia

————–

Hanno parlato di noi: 







@DaciaItalia

Questo sito è "Coffee Ware": se i contenuti che raccolgo e condivido, oltre all'assistenza via mail, ti sono stati utili, offrimi un simbolico caffè con PayPal. Grazie! :D




Mondo Duster Italia è un sito creato e gestito da una semplice appassionata: comprando un qualsiasi articolo da Amazon dopo aver cliccato sul banner sottostante, a voi non cambierà nulla nell'esperienza di acquisto, ma permetterete a me di ricevere una piccola commissione per coprire le spese di gestione e aiutarmi a portare avanti questo progetto, che so per certo sia apprezzato.
Vi ringrazio!
Ale MondoDuster