Montaggio della chiave a scatto

Ci sono persone che hanno mille mazzi di chiavi, uno per ogni luogo o funzione. Io no: io sono come San Pietro. In un unico mazzo ho praticamente tutto il tuttibile.

A questo punto, tentata dalla chimera di ridurre un po’ l’ingombro, ho deciso di provare la chiave a scatto. Visti un paio di tutorial, ho deciso di tentare l’impresa. Ebbene, pareva facile ma… lo è stato! 😀

Innanzitutto sono andata dall’omino delle chiavi per farmi copiare la forma della lama: una volta arrivata a casa, tiro fuori gli attrezzi del mestiere (scotch a parte, il resto è correntemente nella mia borsetta).

Ecco le due chiavi a confronto

Come prima cosa prendo la chiave originale e con un cacciavitino (io ho usato quello del mio inseparabile e impagabile coltellino multifunzione del cinese sotto casa) tolgo la vite di fissaggio delle due parti

Per sbloccare le valve a incastro uso la parte sottile a punteruolo di un altro mio attrezzo, proveniente dall’arsenale che ho in borsa.

A questo punto, ecco la nostra chiave – cozza bella aperta. A sinistra troviamo i contatti e la batteria, a destra il chip.

E’ ora di prendere in mano la chiave a scatto: per sicurezza passo uno strappo di scotch sopra il vano di uscita della lama. Potrei lavorare anche a lama aperta, ma così è più compatto.

Stesso discorso fatto per aprire le valve della prima chiave. Si fa leva all’altezza del gancio per la catena e in un paio di mosse apriamo anche la nuova chiave.

All’interno troviamo questa i due profilini metallici che serviranno al passaggio di corrente tra la batteria e il chip.

Si montano in un attimo: prima si appoggia quello tondo, poi sopra l’altro.

Prendiamo la batteria dalla vecchia chiave (è una CR2016, ricordatevelo per la volta che dovrete cambiarla a causa scaricamento) e la inseriamo nel nuovo alloggiamento.

A questo punto comincia la parte un po’ più delicata: spostiamo il chip. Questo è fissato su due perni di plastica, basterà tirare delicatamente e si sfileranno.

Per poter essere inserito nel nuovo alloggiamento abbiamo due opzioni: tagliare un minimo le punte dei perni, che sono un po’ più larghi degli originali, oppure allargare delicatamente i buchi sul chip. Io ho optato per la seconda ipotesi. Delicatamente ho cominciato a frizionare, sempre con la stessa punta che mi è servita per togliere la vite dalla vecchia chiave, i due fori. Bisogna fare molta attenzione, perchè se scivola la punta, danneggiare la scheda è un attimo.

Ok, ora va bene, i buchi sono stati adattati ai perni. Possiamo montare.

Prima di chiudere, ricordatevi di infilare la catenella!

Ed ecco qua, la nostra chiave, finalmente montata.

Andiamo a provare? Il telecomando risponde alla perfezione e l’auto si apre, ma vediamo se pure parte… si, direi di si.

Missione compiuta! 😀







@DaciaItalia

Questo sito è "Coffee Ware": se i contenuti che raccolgo e condivido, oltre all'assistenza via mail, ti sono stati utili, offrimi un simbolico caffè con PayPal. Grazie! :D




Mondo Duster Italia è un sito creato e gestito da una semplice appassionata: comprando un qualsiasi articolo da Amazon dopo aver cliccato sul banner sottostante, a voi non cambierà nulla nell'esperienza di acquisto, ma permetterete a me di ricevere una piccola commissione per coprire le spese di gestione e aiutarmi a portare avanti questo progetto, che so per certo sia apprezzato.
Vi ringrazio!
Ale MondoDuster