Ingannando l’attesa… una carrellata di rendering per Duster MY2018

Duster negli ultimi anni, è innegabile, è diventato un fenomeno culturale. Da quando ne ho memoria mi sono sempre interessata all’automotive, ma mai (e dico mai) ricordo di un modello che abbia fatto scatenare così tanto la fantasia dei designer e dei grafici in generale.

A metà settembre di quest’anno verrà svelata la MY2018, che promette di dare un restyling della nostra franco-rumena preferita: dal 2010 al modello attualmente in commercio, esteticamente sono cambiate ben poche cose… fanaleria anteriore, posteriore, calandra, barre longitudinali… ma il design in sostanza è rimasto lo stesso.

Questo era da considerarsi cosa buona, perchè abbiamo già visto che la sua linea le permette di essere armonica, funzionale (basti pensare agli ottimi angoli di attacco in off road) ma soprattutto riconoscibile in mezzo alla marea di altre auto dello stesso segmento.

Ora come ora, un cambiamento radicale potrebbe essere più un rischio che un vantaggio: riusciranno i designer ufficiali a mantenere il suo spirito, pur rinnovandone le generose forme? Non ci resta che attendere, e magari sperare in qualche soffiata “giusta” (come fu quella del nuovo volante, pubblicato in super anteprima sul sito 4tuning.ro).

Intanto direi di vedere come se la sono immaginata negli ultimi anni i diversi grafici, armati di Photoshop, qualche copia/incolla e un po’ di fantasia.

In questo caso si nota come sia stata presa una Datsun Go Cross e praticamente le sia stato appiccicato sopra il logo Dacia e i cerchi della Sandero Stepway… ma vediamo altro.

A questa cosa è successo? Che occhietti… Notte brava?


Il rendering della prima foto, in questo caso, riprende un concept effettivamente realizzato e presentato al Salone di Ginevra nel 2009 (seconda foto). Non possiamo però fare a meno di pensare alla fanaleria anteriore della Range Rover Evoque… (terza foto)

Al momento questa risulta essere quella meno ritoccata: abbiamo solo una lieve modifica a fanaleria. I fendinebbia ricordano molto quelli della Evoque.

La questione viene però a complicarsi quando si è vociferato della prossima uscita di una gemella più lunga, atta ad ospitare ben 7 posti a sedere. Chiamata dagli addetti al settore “Grand Duster”, pare che sarà lunga circa 20 centimetri in più della sorella di taglia “regular”. Al momento questa voce però resta tale: nell’ultimo Salone (Ginevra, a marzo) non se n’è proprio fatta menzione. Esteticamente, una Sandero oversize con i fanali posteriori stile Renegade.

Giusto per farvi vedere come si fa, concludo proponendovi questo rapido “tutorial” trovato sul tubo, che fa vedere come una Duster può comodamente trasformarsi in un Renault Alaskan con la sola pressione dei giusti pixel (se adesso partite con un “ma cosa c’entra, questa è Renault e non Dacia”, vi ricordo che la nostra Dusterona viene venduta sotto l’egida di mamma Renault nei mercati di India, Russia e America Latina).







@DaciaItalia

Questo sito è "Coffee Ware": se i contenuti che raccolgo e condivido, oltre all'assistenza via mail, ti sono stati utili, offrimi un simbolico caffè con PayPal. Grazie! :D




Mondo Duster Italia è un sito creato e gestito da una semplice appassionata: comprando un qualsiasi articolo da Amazon dopo aver cliccato sul banner sottostante, a voi non cambierà nulla nell'esperienza di acquisto, ma permetterete a me di ricevere una piccola commissione per coprire le spese di gestione e aiutarmi a portare avanti questo progetto, che so per certo sia apprezzato.
Vi ringrazio!
Ale MondoDuster