Mondo Duster Italia è un sito creato e gestito da una semplice appassionata: comprando un qualsiasi articolo da Amazon dopo aver cliccato sul banner a lato, a voi non cambierà nulla nell'esperienza di acquisto, ma permetterete a me di ricevere una piccola commissione per coprire le spese di gestione e aiutarmi a portare avanti questo progetto, che so per certo sia apprezzato.
Vi ringrazio!
Ale MondoDuster




Cambiare cerchi alla Duster: che misure?

I cerchi in lega della Duster hanno una linea semplice e pulita, in linea con lo spirito del mezzo: alle volte però vorremmo poter mettere qualcosa di personalizzato, ma non tutti i modelli in commercio possono andare bene.

Ci sono delle caratteristiche ben definite: non ci basta sapere che devono essere di 16 pollici, dobbiamo guardare anche il numero di fori, la larghezza, l’interasse, l’offset e l’alesaggio.

Per quanto riguarda il numero di fori, è facile vederlo, devono essere 5: l’interasse, ovvero la distanza tra i fori opposti destinati ad accogliere i dadi, è di 114,3 millimetri. Queste due misure sono imprescindibili e devono per forza essere uguali alle originali.

L’offset definisce la posizione del cerchione rispetto all’asse: è molto importante e deve essere di 50 mm. Un offset eccessivo rischia di causare il contatto tra il cerchione e l’interno dell’asse oltre che con il sistema di frenata. Un offset insufficiente invece rischia di causare il contatto del cerchione con la carrozzeria.

L’alesaggio corrisponde al foro centrale del cerchione: deve essere maggiore o uguale al diametro del mozzo. In caso sia maggiore, per evitare vibrazioni si possono usare degli anelli di centraggio: per la Duster la misura minima è 66,1 mm.

Il diametro come dicevamo prima è di 16 pollici, mentre la larghezza è di 6,5 pollici.

Oltre alle misure standard, grazie al decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n.20 del 10/01/2013 (conosciuto anche come “Decreto Ruote”), a partire dal 01/01/2015 possiamo montare cerchi di misura diversa da quella originale senza aver più bisogno del nulla osta della casa produttrice: basterà andare alla motorizzazione per far aggiornare la carta di circolazione.

Oltre a questo snellimento di procedura, il decreto stabilisce che potranno essere venduti solo pneumatici con l’omologazione europea (UN/ECE n° 124) o italiana. Nel primo caso le misure dovranno essere identiche a quelle dei cerchi originali, nel secondo possono essere diverse.

In caso di cerchi con omologazione italiana (ovvero misura diversa dall’originale), dovremo farci rilasciare dal gommista il certificato NAD, che contiene informazioni come il Campo di Impiego, la dichiarazione di corretto montaggio e il certificato di conformità per il sistema ruota.

In questo caso dovremo andare in motorizzazione con le attestazioni di versamento di due bollettini (da 25,00 e 16,00 euro) e la documentazione sopra riportata: se il funzionario riscontrerà la conformità e la corretta installazione, procederà all’aggiornamento.







@DaciaItalia